torce

Last week I met my hero, master gelato maker Claudio Torcè. He granted me a rare interview and was generous enough to spend 2 hours with me chatting in his shop on Viale dell’Aeronautica in Rome’s EUR district. At first I was a bit star struck, but Claudio is a kind and down to earth man. He is also a rare breed. Unlike 99.9% of the city’s gelato producers, he only uses natural ingredients–that means no artificial colors, no chemical stabilizers, no dextrose. His products are pure, natural, intense, and one-of-a-kind. Below is our interview. Enjoy!

Name: Claudio Torcè

Age: 48

Occupation: Gelato maker, owner of Il Gelato di Claudio Torcè

Describe your work and how you got started:
After finishing technical school, I started working with my father in law who had a gelato shop in the outskirts of Rome. That was back in 1984. In 1990, I started making my own gelato for shops around Rome and then began teaching professional gelato courses. In 2003 I opened my first gelateria in EUR. I’ve always worked with quality ingredients and when I opened I was set on making 100 really good flavors, a feat many said was impossible.

What inspires you?
The possibility to let the ingredients “speak”, that is to allow them to communicate their character and genuineness.

Which profession other than your own would you like to try?
I don’t think I could do any other work. I wouldn’t change.

Which occupation would you not like to participate in?
I could never be a doctor. My heart breaks to see people suffering. I would carry their pain with me.

Who do you respect the most?
There isn’t one person that I respect above all others. I respect people who are open, don’t hide things, and do things with love.

What is the characteristic you value the most in others?
Seriousness. I like serious people.

What is your favorite food?
I love pasta in all its forms, especially when it is made with amatriciana sauce.

And beverage?
Very sparkling water!

Would you like to add something?
Food should be made with one’s hands. Consumers should learn to seek out quality. I hope that people start informing themselves about quality before buying.

You can visit Il Gelato di Claudio Torce in several locations in Rome, including Viale Aeronautica 105 (Metro B: Laurentina), Viale Aventino 59 (Metro B: Circo Massimo or Piramide), and Piazza Monte d’Oro.

Il Gelato di Claudio Torce

La settimana scorsa, ho avuto il grandissimo privilegio di conoscere il maestro gelataio Claudio Torcè nel suo negozio in Viale dell’Aeronautica, a Roma. Abbiamo fatto due chiacchiere sullo stato (pessimo) del gelato nella capitale dove sono ben pochi i produttori di gelato veramente naturale e artigianale. Con ormai 7 sedi, speriamo che Il Gelato di Claudio Torcè riesca a conquistare la città zona per zona.

Nome: Claudio Torcè

Età: 48 anni

Mestiere: gelataio

Descrivi la tua attività e come hai iniziato:
Dopo aver finito il Tecnico, ho iniziato a lavorare con mio congnato che aveva una gelateria in periferia. Era il 1984. Nel 1990 ho iniziato a fornire gelaterie ed è cosi che ho iniziato a realizzare i miei prodotti. Nel 2003 ho aperto una gelateria all’Eur e da sempre lavoro con materie prime di qualità. Ho iniziato subito con 100 gusti, una cosa che mi dicevano fosse impossibile fare bene.

Cosa ti interessa di più del tuo lavoro?
La possibilità di far “cantare” gli ingredienti, cioè di permettere loro di raccontare la loro storia e genuinità.

Quale mestiere diverso dal tuo vorresti tentare?
Non credo di poter fare un altro lavoro. Non cambierei.

Il Gelato di Claudio Torce

Quale professione, invece, non vorresti fare?
Non potrei fare il medico. Mi spezza il cuore vedere la sofferenza degli altri. Me la porterei addosso.

Qual è la persona che stimi di più?
Non ho una persona in particolare che stimo più degli altri. Stimo le persone disponibili, trasparenti, che fanno le cose con amore.

Qual è la caratteristica che apprezzi di più negli altri?
La serietà. Le persone serie mi piacciono.

Qual è il tuo cibo preferito?
Amo la pasta in qualsiasi modo, soprattutto l’amatriciana.

E la bevanda che preferisci?
L’acqua gasatissima!

Vuoi aggiungere qualcosa?
Il cibo deve essere fatto con le mani. Il consumatore deve imparare a scegliere la qualità. Vorrei che la gente si informasse prima che di comprare.